Sanremo 2017, Francesco Totti sceglie la classica minestrina

Ospite della seconda serata del Festival, il capitano della Roma risponde alle “scivolose” domande dei conduttori. E svela l’altra forza della sua popolarità: l’attrazione e il rispetto per le cose semplici della vita

È geloso dei suoi valori e soprattutto ama le cose semplici, quelle che davvero contano nella vita, dagli affetti familiari allo sport, alla classica cucina della tradizione.
Il quarantenne capitano della Roma, Francesco Totti, è uno degli ospiti nazionali più attesi della seconda serata del 67esimo Festival di Sanremo. Sul palco, i conduttori Carlo Conti e Maria De Filippi lo sottopongono a un gioco di domande a tratti “scivolose”, ma l’amatissimo numero 10 della “Maggica” riesce a dribblare alla perfezione i piccoli attacchi, dando risposte che, come di rigore, colpiscono nel segno. Qualche esempio?

Saresti disposto a cedere per una sera la donna della tua vita a un milionario, come nel film con Proposta Indecente, in cambio di tantissimi soldi che risolverebbero una difficoltà finanziaria?
Assolutamente no.

E se trovassi nascosta nel cassetto di tuo figlio una maglia della Lazio?
Impossibile.

Lo scherzo più divertente che ti hanno fatto?
Il taglio dei calzini nello spogliatoio. Li ho indossati e i piedi sono scivolati fuori: sembravo Padre Pio!

Cosa immagini farai nel futuro?
Le cose che mi piace fare.

In un ristorante gourmet il menu propone Carnaroli al selva rossa con salsa di caprino e polvere di caffè, Linguine al foi gras in emulsione di birre e fragole, Minestrina. Cosa scegli?
Non c’è dubbio: con la vecchia minestrina non si sbaglia mai!

Share